venerdì 23 marzo 2012

La guida Sbagliata /5


“Buonasera”. 
“Ciao”. 
“Cosa desidera?” 
“Il solito”. 
“Il solito cosa?”. 
“Un negroni sbagliato”. 
Spumante brut, Martini Rosso, Bitter Campari. 
“Prego”. 
“La rondella d'arancia?” 
“Prego”. 
“La cannuccia?” 
“Prego”. 
“Grazie”. 

“Mi scusi stiamo per chiudere”. 
“Me lo dici ora?”. 
“Stiamo per chiudere ora”. 
“Sì ma non vedi che non sono neanche a metà del cocktail?”. 
Straccio sul bancone, spazzola alla macchinetta del caffè, bottiglie in frigo. 

“Mi dai due olive?” 
“Prego”. 
“Due patatine”. 
“Prego”. 
“Hai mica due sottaceti?” 
“No”. 

“Non vorrei importunarla, ma siamo davvero in chiusura”. 
“Sto aspettando un amico, il Franco”. 
“La pregherei di aspettarlo fuori”. 
“Non vedi che ho un goccio di cocktail nel bicchiere?” 
“Non mi interessa, paghi e te ne vai”. 
“No”. 
“Ti prendo a sberle ora”. 
“Me ne vado ma non pago” 
“No paghi e te ne vai sennò ti prendo anche a calci”. 
“Ti denuncio”. 
Giro del bancone, presa per il bavero e uscita di scena. 
“Il bicchiere non lo vuoi?” 
“Dammi qua e non farti più vedere”. 


Il dialogo è il sottinteso di un ripetuto scambio di sguardi avvenuto nel bar. 
Accanto al locale, in via Terraggio, c'è una bellissima libreria Einaudi che vende nuovo e usato.


Illustrazione di Silvia Marinelli
Bar Sant'Ambrogio
via Terraggio 23
Zona Magenta
Prezzo Sbagliato 5 euro