giovedì 25 settembre 2014

Sentire, ascoltare /124

Possedeva una piccola casa bianca alla fine del mondo. L'indirizzo preciso era: A2, seconda traversa, prima colonna. A oriente correva una schiera di case gemelle e sul versante opposto non c'era nulla che potesse essere compreso; la porta sul retro dava su di una circolare torre nera, mentre l'affaccio frontale era immerso in un gioco di case e figure speculari, bianche e nere. Fu mangiato da un cavallo.