sabato 22 marzo 2014

Sentire, ascoltare /121

civettuola attesa che il letto diventi caldo giaciglio - 
la sera è dolce il brivido delle lenzuola fresche 
nell'aria fredda della stanza

e quando, 
malanno dannato!, 
nelle notti che da una stagione 
ci svegliano in un'altra, 
le contrazioni involontarie di fascetti muscolari 
- estese, irregolarmente ritmiche - 
si fanno perpetue, incessanti, perenni, 
allora quel piacevole battere di denti e di emozioni è un tamburo infernale, 
di suoni febbrili, di pelli dure, di ossa rotte.

bagnati da naufragio cotone
- sogni divelti e ore sconquassate -
infine ogni cosa si quieta
nel freddo caldo sudore di una tachipirina 1000